• Meetings e Workshop
    l'associazione organizza workshop e meeting periodici

  • HowTo e manuali
    come costruire da te gadget elettronici e come programmarli

  • Hacking della PS3
    howto su come installare linux ed effettuare altri hack

  • Una comunità organizzata
    entra a far parte di una associazione organizzata e attiva

  • Strumenti di supporto
    per mantenersi in contatto e favorire la cooperazione

intermediate - asterisk, come registrare le chiamate in transito PDF Stampa E-mail
Scritto da Carlo Denaro - Blackout   
Carlo Denaro - Blackout

Per esigenze di lavoro si sta creando un centralino asterisk con una Digium. A parte le relative "semplici" configurazioni del caso (interni, dialplan, code e ivr) una chicca che potrebbe interessare ad altri e che non coinvolge esclusivamente asterisk.

 

Prerequisiti

  1. Avere installato Asterisk (ovviamente).
  2. Sox - per installarlo: apt-get install sox (per debian-style)

Registrare: cmd Monitor

Come è ben noto a tutti, il comando monitor permette di registrare i flussi in e out della chiamata. Ma se volessimo unire questi flussi in un unico file audio (magari comprimendolo)? Presto detto. (extension.conf o equipollente)

exten => 1,1,Wait(1)
exten => 1,2,Set(CALLFILENAME=/var/spool/asterisk/monitor/${TIMESTAMP})
exten => 1,3,Set(MONITOR_EXEC=/opt/merge.sh "${CALLERID(num)}" "${EXTEN}")
exten => 1,4,Monitor(wav,${TIMESTAMP},m)
exten => 1,5,Dial(SIP/101)

Con questo scorcio di dialplan facciamo in ordine.

  1. aspettiamo 1 secondo
  2. settiamo il nome del CALLFILE
  3. richiamiamo a fine registrazione /opt/merge.sh e gli passiamo CALLERID e EXTEN
  4. attiviamo il monitor creando file wav e con l'opzione m gli diciamo che dovremo unire i due flussi ma noi useremo uno script externo grazie a MONITOR_EXEC della riga 3
  5. chiamiamo l'interno SIP 101

Il file in /opt/ è abbastanza semplice. (merge.sh)

#!/bin/sh
/usr/bin/sox -m "$3" "$4" "$5"
/bin/rm -f "$3" "$4"

Tramite sox facciamo il merge dei file e successivamente cancelliamo i due file audio in e out separati. Ovviamente ci possiamo sbizzarrire a comprimere il file audio con un qualche encoder a nostro piacere (basta scegliere), possiamo inserire questi dati su un database e/o inviare questo file via email. Insomma libero sfogo alla fantasia.


 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


grayhats.org, Powered by Joomla!; Joomla templates by SG web hosting
valid xhtml valid css